Gnocchi di miglio e cavolfiore in salsa di cavolo cappuccio

Trovo questa mia ricetta molto versatile, nel senso che lascia spazio a diverse varianti. E anche veloce, tutto sommato.

Il miglio, un cereale che trovo fantastico, cotto in pentola a pressione insieme al cavolfiore, si apre e diventa morbido e cremoso, amalgamandosi al cavolfiore. Non occorre quindi frullarli, né aggiungere alcun addensante (farina, o pangrattato…).

E’ facile, dunque, formare delle polpettine schiacciate, che io impropriamente ho chiamato gnocchi.

Il cavolfiore può essere sostituito da altre verdure di stagione a piacere. Anche per la salsa vale la stessa indicazione e può essere sostituita da una semplice salsa di pomodoro.

Una volta conditi, li ho passati in forno solo il tempo di scaldarli bene.

E’ un piatto molto adatto anche ai bambini. Gluten free

Ingredienti per 2 persone
150 g di miglio, 150 g di cimette di cavolfiore, uno scalogno, 90 g di foglie di cavolo cappuccio, già private della costa centrale, 2 cucchiai di lievito alimentare, un cucchiaino da the di maizena, prezzemolo, tamari, olio extravergine di oliva, sale e pepe.

Dopo aver sciacquato il miglio, l’ho messo nella pentola a pressione insieme alle cimette di cavolfiore, a 300 g circa di acqua e poco sale. Cottura 20 minuti dal fischio, a fiamma moderatissima.

A cottura avvenuta, ho versato il miglio, che si presenta molto morbido, in una terrina, aprendolo con una forchetta, per farlo raffreddare prima.

Intanto ho preparato la salsa. Ho lessato le foglie di cavolo, grossolanamente affettate, in acqua bollente salata. Una volta pronte, le ho scolate, tenendo un po’ della loro acqua di cottura, circa 100 g. Ho affettato lo scalogno e l’ho rosolato in un filo d’olio, poi ho aggiunto il cavolo cappuccio.

Ho fatto insaporire qualche minuto, poi ho aggiunto un cucchiaino abbondante di maizena, mescolando bene con il cucchiaio di legno, per intriderne le foglie di cavolo. A questo punto, ho versato l’acqua tenuta da parte e ho lasciato addensare, sempre mescolando con il cucchiaio. Infine ho frullato il tutto con il minipimer, dopo avere aggiunto un mazzettino di prezzemolo. Ho assaggiato la salsa e l’ho insaporita con qualche goccia di tamari.

Ho aggiunto al miglio, che nel frattempo si è intiepidito, due cucchiai di lievito alimentare e alcune gocce di tamari e poi ho formato le polpettine, schiacciandole leggermente.

Ho velato di salsa due piccole terrine da forno e vi ho accomodato gli gnocchi, nappandoli con il resto della salsa. Li ho infornati brevemente in forno già caldo a 160°, solo il tempo di scaldare bene il piatto. Prima di servire, ho condito con un giro d’olio e una macinata di pepe.