Le friselle

Ecco che arriva la bella stagione, il caldo…e sempre più cresce in me la voglia di una buona, fresca frisella, con tanto pomodoro, inzuppata di olio buono e profumata di origano. Da mangiare rigorosamente con le mani e poi anche leccarsi le dita 🙂

Una prelibatezza, almeno per una salentina come me. Ma…che fare quando le scorte salentine sono finite da tempo?

Corro ad impastare…

Ingredienti
Per il rinfresco della pasta madre: 100 g di pasta madre, 100 g di semola di grano duro, 50 g di acqua. Per l’impasto: 500 g di semola di grano duro, 250 g di farina integrale di orzo, 250 g di farina semintegrale di grani antichi, tutto il rinfresco della pasta madre, 600 g di acqua, 20 g di sale.

foto-021

Per cominciare, ho rinfrescato la pasta madre usando la semola di grano duro, la stessa della ricetta.

A lievitazione avvenuta, dopo circa 4 ore, l’ho stemperata bene con i 600 g di acqua occorrenti; ho setacciato le farine nella ciotola dell’impastatrice e ho avviato l’impasto, aggiungendo la pasta madre sciolta nell’acqua. Ho lasciato impastare fino a incordatura, inserendo anche il sale.

Ho coperto bene l’impasto e l’ho lasciato lievitare per 3 ore, poi ho proceduto alla formatura.

Ho diviso la pasta in dodici pezzi da 150 g circa ciascuno; con ogni pezzo ho formato dei filoncini larghi circa 3 cm, li ho appiattiti con le mani e infine li ho avvolti su se stessi formando una spirale.

foto-004

Ho sistemato le chiocciole su due teglie ricoperte di carta forno, ben distanziate, le ho coperte con la pellicola e lasciate lievitare per 3 ore.

foto-005

Ho scaldato il forno, portandolo alla temperatura di 200°, e ho cotto i panini per circa 15/20 minuti.

Li ho sfornati e lasciati leggermente intiepidire, quindi li ho tagliati a metà, dapprima segnandoli tutto intorno con il coltello, poi finendo il lavoro con l’aiuto di uno spago da cucina, operazione indispensabile per ottenere la rugosità caratteristica delle friselle.

foto-010

Ho rimesso le friselle sulle teglie usate per la cottura e le infornate in forno scaldato a 150°, per circa un’ora e mezzo.

foto-017

foto-018