Minestra d’avena e lenticchia corallo

Ecco un buon modo per cominciare il nuovo anno, una minestra cremosa e salutare per rimetterci dopo gli eccessi delle feste.

Ma se pensate che questo significhi rinunciare al piacere, vi sbagliate, perché è delizioso affondare il cucchiaio in questa zuppa dal colore così caldo e invitante…

Ingredienti per 4 persone
150 g di avena decorticata, 120 g di lenticchia rossa decorticata, una cipolla, una carota, 300 g di zucca pulita, 800 g di brodo vegetale, un cucchiaino piccolo di curcuma, 2 foglie d’alloro, un mazzetto di prezzemolo, sale, pepe, olio extravergine di oliva.

Ho sciacquato bene l’avena sotto l’acqua corrente, poi l’ho fatta cuocere in una pentola a fondo spesso, con 3 parti di acqua rispetto al suo volume e un po’ di sale, a fiamma bassa e con il coperchio per circa 50 minuti (questa operazione si può fare anche il giorno prima, conservando poi l’avena, fredda, in un contenitore ermetico in frigorifero).

Ho mondato la cipolla, tagliandola poi a fette. Ho scaldato una pentola a fondo spesso e vi ho fatto brasare la cipolla con un filo d’olio. Ho aggiunto quindi la carota, pelata e tagliata a tocchetti e ho continuato la cottura, aggiungendo due dita di acqua.

Quando l’acqua si è consumata, ho aggiunto la zucca tagliata a tocchetti, rimestando col cucchiaio di legno e lasciando insaporire per qualche minuto.

A questo punto, ho aggiunto la lenticchia, ben sciacquata sotto l’acqua corrente e, dopo qualche minuto, ho coperto con il brodo vegetale. Ho aggiunto anche l’alloro e la curcuma. Ho coperto con il coperchio e portato a cottura.

Quando tutto è risultato ben cotto, ho frullato la minestra con un frullatore a immersione e ho regolato il sapore, aggiungendo un po’ di sale.

Ho aggiunto infine l’avena già cotta, mescolando bene, e ho lasciato insaporire per qualche minuto.

Ho servito la minestra guarnendo i piatti con prezzemolo tritato, un filo d’olio e una macinata di pepe.