Una brioche per Natale

E così, siamo a un tiro di schioppo dal natale e dalla sua magia che, anche senza volerlo o senza rendersene conto, ti avviluppa ed è impossibile resisterle.

Nel web impazzano ricette di lievitati natalizi, con la loro opulenza, mentre le cucine delle food blogger e di tutte le  “pasionarie” pullulano di farine forti, profumano di vaniglia e canditi d’arancia, seguono il ritmo delle planetarie in azione, si scaldano al calore dei forni.

E l’indice creativo cresce…insieme all’indice glicemico 🙂

A quanto pare, sono stata contagiata anch’io…e così eccomi qua con questo albero natalizio di pan brioche che vuole scimmiottare un panettone, ma non ci riesce. Si, perché ha una sua personalità ben definita ed è sicuramente più leggero.

Può essere un ottimo compagno per una ricca colazione,  natalizia e non, o insinuarsi delicatamente tra le chiacchiere davanti ad una tisana speziata o ad un tè dai sentori di albicocca e petali di rosa.

Inoltre, è un’idea regalo molto carina, oltre che buona, per chi ama fare regali realizzati con le proprie mani, cosa che dà senz’altro tanta più soddisfazione. No?

Tra l’altro, essendo fatto con la pasta madre, questo panbrioche non teme il passare del tempo.

regalo

Ingredienti
480 g di farina di frumento di tipo 0, 180 g di lievito madre rinfrescato due volte, 1 uovo intero, 1 tuorlo, 120 g di burro, 100 g di zucchero di canna, 250 g di latte, un cucchiaino di sale, 145 g di uvetta, 145 g di arancia candita a cubetti. Per la glassa: un albume, 25 g di farina di mandorle, un cucchiaio di zucchero di canna, qualche mandorla intera per decorare, zucchero al velo.

Innanzitutto, ho preparato un lievitino con 180 g di pasta madre, 180 g di latte e 180 g di farina, presi dal totale e l’ho lasciato riposare 3 ore.
La sera, ho preparato l’impasto, usando la macchina del pane come impastatrice. Ho messo nel cestello la pasta madre, il latte rimasto (70 g) intiepidito e qualche cucchiaio di farina.
Ho avviato la macchina con il programma “impasto” e dopo un po’ di giri, ho inserito gli altri ingredienti, un po’ per volta, circa in tre riprese, aspettando ogni volta che l’impasto riprendesse corpo, avvolgendosi intorno alle pale, prima di procedere al successivo inserimento.

Solo a questo punto ho inserito il burro, freddo di frigo, diviso in cubetti e anche questo in tre volte.
Quando il burro si è ben assorbito, ho inserito l’uvetta, tenuta un po’ a bagno in un cucchiaio di liquore all’arancia e poi asciugata, ed i canditi d’arancia, che io stessa mi preparo.
A questo punto, ho tirato fuori l’impasto dal cestello, l’ho avvolto a palla e messo in un contenitore, chiuso con la pellicola e poi l’ho conservato in frigo per circa 8 ore.

La mattina, ho tolto il contenitore dal frigo e l’ho tenuto a temperatura ambiente per un paio d’ore; quindi ho proceduto con qualche giro di pieghe per dargli corpo, ma molto delicatamente perché l’impasto è molto morbido.
L’ho rimesso nel contenitore, coperto con pellicola e messo a riposare nel forno, appena intiepidito (26°), per un’ora circa.
Trascorso il tempo, ho diviso l’impasto in 4 parti che ho usato per rivestire uno stampo di carta a forma di albero di natale. Con il poco impasto rimasto ho formato delle palline con cui ho decorato la brioche. Ho coperto lo stampo con pellicola e rimesso in forno tiepido alla temperatura di 26° per 2 ore circa, finché non ha quasi riempito lo stampo.

Nel frattempo, ho preparato la glassa: ho frullato le mandorle fino ad ottenere una granella fine, poi ho aggiunto l’albume, continuando a frullare.  Infine ho aggiunto lo zucchero, frullando ancora per pochi secondi, il tempo di ottenere un composto omogeneo.

Ho ricoperto il panbrioche con la glassa, stendendola delicatamente con un pennello e ho decorato con mandorle, zucchero in granella e, se si vuole un maggiore effetto decorativo, con abbondante zucchero al velo (io ho fatto qui le due versioni).

Ho acceso  il forno portandolo alla temperatura di 180° ed ho fatto cuocere la brioche per circa 50 minuti (fare comunque la prova stecchino). Dopo i primi dieci minuti di cottura, ho abbassato la temperatura del forno a 170°.

fetta-004R

 

brioche006R